Moggallāna il contabile chiese: «Tutti i discepoli del signore Gotama, così ammaestrati ed istruiti, raggiungono l’assoluta, perfetta estinzione della sofferenza; o alcuni non la raggiungono?». «Alcuni sì, altri no!». «Per quale ragione, per quale causa ciò accade?».

Testi e immagini per la meditazione - yoga - meditation - zen

«Ora, brāhmana, ti farò qualche domanda: rispondi come credi. Tu sei pratico della via che porta a Rājagaha?». «Sì, signore!». «Se ti avvicinasse un uomo che vuole andare a Rājagaha, ti chiedesse di indicargli la via, e tu dicessi: “Ecco, buon uomo, questa è la via che porta a Rājagaha, vai da questa parte, dopo un po’ vedrai un villaggio; vai oltre e, dopo un po’, vedrai un borgo; procedi e finirai per vedere i deliziosi giardini, parchi, campi e bacini di Rājagaha”. Ma quello, pur così da te ammaestrato, prendesse una via errata e sbagliasse direzione. Poi arrivasse un altro uomo che vuole andare a Rājagaha, e tu gli dessi le stesse istruzioni date a quell’altro; ed egli, così ammaestrato da te, giungesse sano e salvo a Rājagaha. Per quale ragione accadrebbe ciò?». «Che posso farci, Gotama? Io ho indicato la strada giusta!». «Così appunto vi è l’estinzione della sofferenza, vi è la via per l’estinzione della sofferenza e ci sono io ad indicarla; avviene però che dei miei discepoli, alcuni raggiungano l’assoluta, perfetta estinzione della sofferenza, e altri no».

(Parole del Buddha – “Che posso farci? Io ho indicato la strada giusta!” – Ganaka-Moggallāna Sutta, MN 107 – © copyleft perle.risveglio.net)

– BUDDHISMO & MEDITAZIONE –
Buddhismo & Meditazione – Amazon

– MEDITAZIONE –
Meditazione su Amazon.it
Libri sulla meditazione – Mcrolibrarsi.it