Meditare.info

Guida al Passaggio, dal Libro Tibetano dei Morti

Il Libro Tibetano dei morti è composto da una parte di istruzioni per l’accompagnamento alla morte e oltre , e di una parte di preghiere, da recitare secondo le istruzioni suddette. Il testo a cui si fa qui riferimento è Guida al passaggio, traduzione dal testo inglese di Evans-Wentz, che lo tradusse dal sanscrito nel 1927.
In questo testo italiano viene omessa la parte delle istruzioni e vengono solamente esposte le preghiere. Tali preghiere, che devono essere ripetute più volte, come indicato nel testo originale, sono state ripetute utilizzando di volta in volta linguaggi diversi, oltre quello originale della tradizione buddista, perché possano essere comprese e usate da persone di altre religioni e convinzioni, e di ogni grado di cultura. Questa raccolta di preghiere può essere recitata anche per chi sia morto da molto tempo. La raccolta è suddivisa a seconda del periodo di tempo trascorso dalla morte.
Vengono trasmesse solo le preghiere riferite al momento che precede immediatamente la morte, e ai tre giorni successivi al decesso. Le invocazioni di inizio e chiusura sono comunque utili anche a chi sia morto da tanto tempo.

Invitiamo chi volesse fare un lavoro più sistematico di accompagnamento al defunto a scaricare il testo o l’audiolibro, presenti sui siti dei curatori della radio: Gli Ascoltalibri e Carote e Lillà . Questi si rendono inoltre disponibili a fornire ulteriori delucidazioni al riguardo.