La Luna unica si riflette ovunque vi sia una pozza d’acqua, E tutte le lune nelle acque sono abbracciate in seno alla Luna unica. Il corpo del Dharma (l’Assoluto) di tutti i Buddha entra nel mio proprio essere. E il mio proprio essere si trova in unione con il loro… La Luce Interiore è aldilà delle lodi e dei rimproveri; Come lo spazio, essa non conosce limiti, Eppure, essa è qui, in noi, e conserva sempre serenità e pienezza. Non è che quando tu la cerchi dandole la caccia, che la perdi; Non puoi afferrarla, ma neppure puoi liberartene, E mentre non puoi né l’uno né l’altro, essa prosegue Il suo cammino. Resti silenzioso ed essa parla; parli ed essa tace. – Yung-Chia-Tah-Shih

Testi e immagini per la meditazione - yoga - meditation - zen

Un “modello olografico di coscienza” rende i processi del cervello come la memoria, la percezione e l’immaginazione chiaramente spiegabili. Nella coscienza, una cornice è tutte le cornici. Ogni memoria e ogni pezzetto d’informazione immagazzinata nella nostra mente si muove tra infiniti segni di richiamo, assieme ad ogni altro pezzetto d’informazione, in un modello creativo di pura e perfetta ambiguità … Lo “schermo” di coscienza può essere considerato come una forma organica di una placca olografica che trasforma percezioni tridimensionali e ricostruisce immagini con ugual facilità … – Keith Floyd

E’ il sistema nervoso che struttura la realtà. Le vibrazioni che noi percepiamo come materia … sono tutte creazioni della mente … Sri Aurobindo afferma: l’apparenza della stabilità è data da una costante ripetizione e ricorrenza delle stesse vibrazioni e formazioni … tutte le nostre leggi sono solo “abitudini”. – Michael Talbot

La coscienza è un singolare, il plurale della quale ci è ignoto; c’è una sola cosa e ciò che sembra essere una pluralità è semplicemente una serie di differenti aspetti di questa sola cosa prodotta da un’illusione (maya) ; la stessa illusione si produce in una galleria di specchi e nello stesso modo Gaurisankar e il monte Everest risultano essere la stessa montagna vista da valli diverse. – Erwin Schrödinger