Sensibilità – Aivanhov

written by redazione

 

“Ciò che viene definita “sensibilità” spesso non è altro che una tendenza malaticcia, la quale fa sì che alle minime critiche e alle minime opposizioni, le persone si sentano aggredite, ferite. Purtroppo, tutti possiedono questo genere di “sensibilità”; essa è troppo diffusa, e non è la vera sensibilità.

La vera sensibilità consiste nell’essere in grado di percepire la presenza delle realtà invisibili intorno a noi, le correnti che attraversano lo spazio, le entità che ci circondano e ci fanno visita. Accadono molte più cose nel mondo psichico che non nel mondo fisico, ed è dunque là, nel mondo psichico, che occorre esercitarsi a percepire le correnti, le presenze e tutto ciò che è impalpabile, sottile. La vera sensibilità è dunque la sensibilità al mondo invisibile, ma soprattutto a ciò che di luminoso e divino il mondo invisibile contiene.”

Omraam Mikhael Aivanhov

Aivanhov su macrolibrarsi
Aivanhov su Wikipedia
Prosveta pubblica le opere d’Aivanhov

0 commenti

Rispondi

Newsletter

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti alla newsletter e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Meditare.info è un blog d'intrattenimento culturale gratuito i cui aggiornamenti su benessere, cultura, meditazione, mindfulness, religioni, spiritualità, salute, yoga, zen … sono occasionali. Loghi, marchi, immagini, testi e relativi commenti appartengono ai rispettivi autori o proprietari. Tutti i contenuti originali prodotti per questo sito sono pubblicati, salvo diverse indicazioni, secondo la licenza di utilizzo di Creative Commons.

Pin It on Pinterest

Share This