Meditare.info

Climb Into the Heights of Your Own Being (Scala le vette del tuo essere) – Mooji

Scala le vette del tuo essere – 13 settembre 2014 – Monte Sahaja – Praticare di continuo spesso implica la presenza della persona. La persona deve praticare. Ma il Sé deve forse praticare? Però non andiamo troppo in fretta. A causa della forte tendenza a identificarsi con la persona, nella coscienza avviene una sorta di corruzione. Come se fosse una cosa possibile… È possibile nel sogno… in cui la coscienza si identifica e diventa soltanto una persona, una personalità. E a causa di questa illusione, è necessaria la pratica, è necessaria alla coscienza illusa.

Alcuni potrebbero dire: ‘È impossibile che la coscienza si inganni’. Ed è vero, fino a un certo punto. È vero e falso. È falso perché… solo quando la coscienza, la presenza, è identificata o inquinata (dato che si identifica soltanto con il corpo, con i condizionamenti, con l’educazione ricevuta) può esserci illusione. Altrimenti non c’è illusione. Se non c’è illusione, non è necessario praticare. Alcune persone hanno un intelletto molto acuto e possono capire questa cosa a un livello mentale, però non è ancora stata tramutata in esperienza vissuta. Per altre persone c’è qualcosa che persiste: il dramma dell’identità sembra passare dalla fase 1 alla fase 2, dal primo episodio al secondo e poi al terzo, e così via.

Il satsang serve a questo. Perché gradualmente la tendenza a identificarsi si attenua e infine crolla. Eppure sembra sia una cosa così rara! Sembra esserci un’attrazione potente, una lealtà all’identità. E anche in chi fa una pratica spirituale da diverso tempo sembra che la macchia dell’identità sia l’ultima ad andarsene. Ci teniamo ancora aggrappati all’io: “Questo sono io! Te l’ho già detto! Perché mi parli così?” [ … ] Perché sono venuti in tanti e sono rientrati nel vuoto con tutto il cuore e hanno sentito la pienezza del vuoto. Che paradosso! La gioia piena dietro alla facciata della persona. Tuttavia le onde della dualità vi ritirano dentro; vi portano di nuovo nelle acque, e poi vi riportano sulla riva. Questo, finché abbiamo il senso dell’identità. E continuerà per un po’ di tempo.

Non temete. Se al proprio interno c’è una ricerca assidua della verità… e ci sono alcuni per cui, nonostante i vari eventi della vita, la spinta verso la libertà è così forte che saranno di certo liberati. E non è che ‘Forse tra un anno o due, chissà…’. Non la vedo così. Perché quando vedo ciascuno di voi, vedo soltanto il Sé! Ma quando vi sento parlare, sento il non-Sé, sento la persona. [ … ]

Nessuno deve mandare avanti la consapevolezza. È l’unico luogo interiore in cui non c’è sforzo. Non puntare più in basso del completo risveglio! Se cerchi soltanto un po’ di verità, sarà difficilissimo. Se cerchi tutta la verità, è molto facile. Se la spinta per la libertà è forte di certo sarai liberato.

Mooji – Macrolibrarsi
Mooji – Amazon
https://en.wikipedia.org/wiki/Mooji
https://www.facebook.com/moojiji