Meditare.info

Meditazione degli occhi

Se conosci persone disponibili a sperimentare con te questa meditazione, ti consiglio di provare. Mettiti di fronte al tuo compagno e guardatevi negli occhi a lungo, senza pensare, senza fare espressioni, senza resistenze, senza giudicare; senza comunicare in altro modo se non guardandosi negli occhi, senza fretta, senza cercare né volere nulla – ma in un certo senso guardando negli occhi come si scruta nel buio; come se non esistesse altro al mondo che quello sguardo in cui si guarda.

A te che guardi: immagina che tutti gli sguardi che vedi in questo video siano rivolti a te, solo a te, proprio a te: sguardi di persone che ti vogliono bene e ti dicono – ogni separazione fra noi è un’illusione; siamo tutti lo stesso essere.

“Io non sono Nessuno! Tu, chi sei?
Sei – Nessuno – anche tu?
Allora siamo in due!
Non dirlo! spargerebbero la voce – lo sai!
Com’è noioso – essere – Qualcuno!
Com’è ordinario – come una rana –
dire il proprio nome – per un intero giugno
A una palude in ammirazione!”

“I’m Nobody! Who are you?
Are you – Nobody – too?
Then there’s a pair of us!
Don’t tell! they’d advertise – you know!
How dreary – to be – Somebody!
How public – like a Frog –
To tell one’s name – the livelong June –
To an admiring Bog!” (Emily Dickinson)

“Da gesti così piccoli,
un fiore, o un libro,
vengono piantati i semi dei sorrisi –
che fioriscono nel buio”.

“By Chivalries as tiny,
A Blossom, or a Book,
The seeds of smiles are planted –
Which blossom in the dark”. (Emily Dickinson)