Ordine e caos

“Ordine e caos non sono verità oggettive, ma sono determinati dalla prospettiva dell’osservatore. L’uomo in genere tende a cercare un ordine nel suo mondo e una volta che tale ordine è stato proiettato nella successione degli eventi, esso diventa autorinforzante mediante quella che potrebbe chiamarsi “attenzione selettiva”. Non esiste alcuna realtà assoluta ma soltanto concezioni della realtà soggettive e spesso completamente contraddittorie, che vengono ingenuamente presunte essere la realtà “reale”. Assunti, credenze, premesse, superstizioni, speranze e simili possono diventare più reali della realtà e creare quella rete d’illusioni chiamata, nella filosofia indiana, “Maya”. Pertanto, svuotarsi, liberarsi dal coinvolgimento col passato e col futuro, è la meta del mistico.”

(Paul Watzlawick – La Realtà della Realtà)

Paul Watzlawick – Amazon
Paul Watzlawick – Macrolibrarsi