Durante un periodo con ospiti a Monte Sahaja, Moojibaba riunisce il sangha per un incontro spontaneo. Un interlocutore riflette sulla sua esperienza con l’Invito e afferma che sente ancora il bisogno di approfondire o di rilassarsi maggiormente nell’essere essenziale.

Testi e immagini per la meditazione - yoga - meditation - mindfulness - zen - buddhismo - benessere - salute

Moojibaba sottolinea che finché esiste il senso di un io personale, la dualità, cioè l’oscillazione da noi all’essere essenziale persisterà. A poco a poco si giunge a vedere che anche il senso di entrare e uscire dall’essere essenziale è percepito da uno spazio più profondo.

“Questa è la bellezza dell’Invito: quando hai finito di ascoltarlo, chi sei? Cosa rimane, cosa c’è lì? Una persona con una bella esperienza? Può anche essere, ma mi auguro che tu giunga a vedere che non ci sono definizioni che si afferrino a ciò che sei, non c’è alcun senso di limiti o di confini.

Rumi dice: ‘Chiunque mi abbia portato qui, dovrà riportarmi a casa’.
Chi è che ti ha portato qui? La grazia ti sta invitando a casa. Dov’è casa, in quale direzione è? Tu e casa siete la stessa cosa”.

Il satsang si è svolto a Monte Sahaja, in Portogallo, il 10 settembre 2018.

– Mooji –

Mooji – Macrolibrarsi
Mooji – Amazon
https://en.wikipedia.org/wiki/Mooji
https://www.facebook.com/moojiji