La meraviglia dei fiori, la profonda meditazione in cui sono immersi, l’aura di luce che emanano continuamente, la vitalità e la pace che profondono: tutto questo è qualcosa di cui non siamo realmente coscienti. Nel momento in cui lo diventiamo, un’ondata di gratitudine ci invade. Le piante e i fiori sono entità generose, niente affatto insensibili e statiche, ma immerse in una costante vibrazione; ignorandola, è come se buttassimo via un bene inestimabile, un tesoro che ci passa invisibile davanti e lasciamo svanire. Osservare i fiori ci può portare nel luogo segreto della loro meditazione di gioia. Da quel momento ogni zolla ci sembrerà magica – perché lo è. Amo il bosco dorato, vivificato da mille ronzii di insetti. Insetti che a causa dell’ignobile ignoranza e crudeltà umana stanno sparendo.

http://www.avaaz.org/it/save_the_bees

(Le musiche sono dall’album “like the wind in the trees” di “Deuter’s New Earth DCs”)