Meditare.info

Tibet: attivista in esilio si dà fuoco in India

Drammatico epilogo per una manifestazione di esuli tibetani in India. Un ragazzo si è dato fuoco in una strada di Nuova Delhi per protestare contro la visita del premier cinese Hu Jintao, prevista per mercoledì.

Janphel Yeshi, 27 anni, si è immolato in un luogo scelto di frequente dai tibetani per manifestare contro l’oppressione cinese.

“Il popolo tibetano si è espresso. Non è evidentemente felice dell’occupazione e invoca la libertà per il Tibet e il ritorno del Dalai Lama – ha ribadito Tenzin Chokey, organizzatrice della protesta – Noi esiliati sentiamo il bisogno di fare qualcosa, soprattutto quando è previsto l’arrivo in città di Hu Jintao”.

In India ha sede, da oltre 50 anni, il governo tibetano in esilio, in fuga dalla repressione cinese che punisce i reati di opinione e costringe le donne a sterilizzazioni forzate.

Quello di oggi è il primo caso di immolazione in India, dove Hu Jintao è atteso per il summit dei paesi del gruppo Brics.

– Su Facebook : http://www.facebook.com/euronews.fans
– Twitter: http://twitter.com/euronewsit