Meditare.info

Noi siamo la Grecia

In questi giorni ho ascoltato alcuni emeriti personaggi affermare con una faccia tosta e una leggerezza che ha dell’incredibile che noi italiani non siamo come la Grecia. Bene, proprio per rimediare alla supeficialità di un’affermazione così presuntuosa mi sento di obiettare che noi italiani, sia dal punto di vista morale che economico, siamo esattamente come la Grecia, ma siamo anche il Portogallo, la Spagna e – anche se in questo momento mi dispiace ammetterlo – siamo altresì come la Germania.

Queste riflessioni non sono retorica, bensì la base stessa della civiltà, dell’umanità, della spiritualità o, se preferite, del Cristianesimo. La faciloneria con cui si diffondono certe oltraggiose asserzioni è indice dello scadimento culturale ed etico in cui è precipitata la politica. La deduzione più logica è che la democrazia rappresentativa, così come conosciuta o sperimentata negli ultimi decenni, è oramai al tramonto. Il suo rinnovamento è un genere di democrazia via via più diretta e vicino ai bisogni reali della gente, quella comune, ovviamente, la gente che soffre, che gioisce per il benessere collettivo come di ciascun singolo individuo possa mai calcare il sacro suolo dello straordinario pianeta in cui siamo orgogliosi di vivere.

Napolitano: “Non siamo la Grecia nessuna alternativa ai sacrifici”