Da una cronaca letta in un opuscolo rinvenuto in una missiva ritrovata nel futuro. L’albero i cui rami contemplarono molti tra quegli italiani onesti che nel primo ventennio del ventunesimo secolo si lasciarono innocentemente turlupinare dalla propaganda massmediatica di matrice partitocratica …

Testi e immagini per la meditazione - yoga - meditation - zen

Un Albero di un bosco
chiamò gli uccelli e fece testamento:
– Lascio i fiori al mare,
lascio le foglie al vento,
i frutti al sole e poi
tutti i semi a voi.
A voi, poveri uccelli,
perché mi cantavate le canzoni
nella bella stagione.
E voglio che gli sterpi,
quando saranno secchi,
facciano il fuoco per i poverelli.
Però vi avviso che sul mio tronco
c’è un ramo che dev’essere ricordato
alla bontà degli uomini e di Dio.
Perché quel ramo, semplice e modesto,
fu forte e generoso: e lo provò
il giorno che sostenne un uomo onesto
quando ci si impiccò – .

Trilussa

Fonte della poesia