Kora e Leo, i protagonisti di questa storia, sono due leoni affidati dal Corpo Forestale dello Stato al Centro Tutela Fauna di Monte Adone; entrambi sono stati sequestrati per detenzione illecita e maltrattamento.
Come è accaduto per altri animali arrivati al Centro completamente snaturati dall’uomo, Leo, non aveva la consapevolezza di essere un leone: il nostro scopo è stato sin dai primi giorni quello di fargli conoscere i suoi simili e quindi riscoprire la sua vera natura; il preciso intento è stato quello di riuscire ad adattarlo con la leonessa Kora, permettendogli di vivere una vita, seppur in cattività, ma nel rispetto delle sue esigenze.

L’adattamento è stato lungo e difficile. Leo non era abituato ad alcun tipo di contatto fisico con i suoi simili, pertanto, seppur incuriosito dagli altri, non accettava nessun tipo di vicinanza fisica.
Ci siamo armati di infinita pazienza e ogni giorno lo abbiamo accompagnato in prossimità della struttura degli altri leoni per farli conoscere sempre più da vicino.
Abbiamo documentato tutti gli incontri da settembre dello scorso anno ad oggi: è stato molto faticoso, ma allo stesso tempo affascinante ed emozionante vedere come, giorno dopo giorno, Leo abbia riscoperto la sua natura e il desiderio di avvicinarsi ai suoi simili.
Per facilitarne l’adattamento, abbiamo costruito per Leo un’area di ambientamento adiacente alla nuova grande struttura dei leoni; questo spazio, dotato di un accesso al recinto principale e di un ricovero in legno coibentato, gli ha permesso di essere costantemente in contatto con gli altri ed è stata una fondamentale tappa verso la realizzazione del nostro obiettivo.
Un’altra tecnica che abbiamo utilizzato per facilitare la conoscenza di Leo e Kora è stata quella di farli avvicinare, come si vede dalle immagini, attraverso lo scorrevole divisorio che separava due zone della struttura. Grazie a questo metodo Leo ha avuto la possibilità di avere i primi contatti con Kora in maniera molto graduale e senza sentirsi “invaso” dalla sua esuberanza.
I mesi sono passati, Leo è cresciuto e ci sono stati i primi brevissimi incontri dopo i quali comunque ha preferito ritornare nel suo spazio. Poi un giorno Kora ha capito che Leo era piuttosto intimorito dalla sua naturale vivacità e ha incominciato ad essere più tranquilla, attendendo che fosse lui, con i suoi tempi, a cercarla.
Il 29 ottobre è stato il grande momento… sembrava un giorno come gli altri, l’ennesimo incontro, ma in quel pomeriggio d’autunno Kora, giocando con la palla, è riuscita finalmente a conquistare Leo.

Le immagini sono tratte dalla serie documentaria Cronache Animali di Andrea Dalpian prodotta da POPCult.

Centrotutelafauna.org