Supponiamo che uno di voi avesse la possibilità di scegliere se licenziare cento persone o, al contrario, decurtare lo stipendio ad altre dieci strapagate e, quindi, col risparmio conseguito salvare le prime cento: ebbene, cosa fareste?

La stragrande maggioranza di noi salverebbe le prime cento. Esistono, tuttavia, determinati soggetti – il cui livello di spietatezza rasenta, evidentemente, il sadismo – che preferirebbero senza ombra di dubbio la seconda opzione, quella della giungla. Siffatti soggetti sono in realtà demoni perché l’egoismo delle loro menti inconsapevoli prevarica qualunque genere di empatia o compassione.

Considerato, tuttavia, il fatto che i numeri in questione sono spaventosamente più ampi bisognerebbe, altresì:

– salvaguardare almeno un reddito per nucleo familiare;
– prevedere un sostegno minimo a disoccupati e inoccupati.

Senza i summenzionati atti di vera equità l’Italia andrà quasi certamente in default. Provare per credere. E a burocrati o politici le quanto mai tragiche conseguenze.