Noi tutti vogliamo la felicità, non è vero? Noi tutti vogliamo raggiungere il Divino. Ma siamo ancora aggrappati alle cose. Vogliamo l’amore e vogliamo fare la volontà di Dio, ma nella nostra mente diciamo “Sì, voglio fare la volontà di Dio, ma voglio essere sempre felice”, perché nella nostra mente pensiamo che la felicità sia la beatitudine.

Ma la felicità trascendentale che è beatitudine reale è al di là di quella felicità di quando si dice con un grande sorriso: “Sono felice”, perché quando si è in beatitudine, non si conosce la felicità o la tristezza.

È difficile da capire con la mente, perché il vostro cervello può comprendere solo se si è felici o tristi, o sei felice-triste, ma se si trascendono questi due vi è Ananda. E questo è quello che a cui la tua anima anela.

Sri Swami Vishwananda