“La nascita di Gesù è stato un avvenimento storico di un’importanza capitale. Ma se fosse stato sufficiente che Gesù nascesse duemila anni fa, perché mai il Regno di Dio non è ancora giunto sulla terra? Guerre, miserie, malattie… tutto questo dovrebbe essere scomparso… Il vero discepolo sa che la notte di Natale il Cristo nasce nel mondo sotto forma di luce, di calore e di vita, e prepara le condizioni adatte affinché il Fanciullo divino possa nascere anche in lui. Sì, perché si potrà rileggere la storia della nascita di Gesù quante volte si vorrà, e cantare «È nato il divino Bambino», ma finché il Cristo non nasce in noi, tutto ciò non servirà a niente. Sta ora a ciascuno avere il desiderio di far nascere il Cristo nella propria anima e di diventare come Lui, affinché la terra sia tutta popolata dal Cristo! È questo che Gesù chiedeva quando diceva: «Chi crede in me farà le opere che io faccio e ne farà anche di più grandi». Ebbene, dove sono le opere più grandi di quelle di Gesù? Mostratemele… Per alcuni, il Cristo è già nato e per altri nascerà presto… Tutto sta nel preparare delle condizioni.”

Omraam Mikhael Aivanhov

Aivanhov su macrolibrarsi
Aivanhov su Wikipedia
Prosveta pubblica le opere d’Aivanhov