«Perché lasciare la poesia a coloro che la scrivono? Essere poeti significa per prima cosa creare la poesia nella propria vita sforzandosi di introdurre in essa la purezza, la luce, l’amore, la gioia. È questa la poesia che si ha bisogno di sentire e respirare nelle creature, qualcosa che armonizza, che vivifica…

Testi e immagini per la meditazione - yoga - meditation - zen

La vera poesia è inseparabile dalla vita. Allora, cercate di diventare ogni giorno più vivi. È così piacevole incontrare delle creature nelle quali si sente che tutto è animato, caloroso, luminoso! Si ama un albero perché dà frutti, si ama una sorgente perché l’acqua zampilla cantando, si amano i fiori per i loro colori e i loro profumi… Allo stesso modo si amano le creature che si aprono per donare qualcosa di chiaro, luminoso, profumato, melodioso. Imparate a coltivare in voi questo stato di zampillio, di irradiamento. Abituatevi a strappare dal vostro cuore alcune particelle vive per inviarle agli altri… e saprete cosa significa vivere nella poesia.»

(Omraam Mikhael Aivanhov)

Aivanhov su macrolibrarsi
Aivanhov su Amazon.it
Aivanhov su Wikipedia
Prosveta pubblica le opere d’Aivanhov