Credere o no all’evoluzione umana è come credere o no in Dio.

Nessuno può dimostrarti che esiste e molti possono dimostrarti che non esiste, ma tra un mondo che non crede nella possibilità di cambiare le cose in meglio e un mondo che non vi crede affatto, io preferisco il secondo, se non altro perché in tal modo mi metto nelle condizioni di cercare di cambiare io qualcosa.

La storia non è mai stata fatta dai pessimisti.

I rinunciatari aiutarono sempre il male.

I grandi rivolgimenti si ebbero grazie a degli utopisti che si chiamavano Luther King, Gandhi, Mandela, Salk,.. e ad altri utopisti che li seguirono sul cammino della speranza.

Io non posso essere un Mandela o un Gandhi, ma posso sempre essere una Rosa Park e fare avanzare il mondo col mio sì e col mio no.

C’è un ottimismo della ragione e un ottimismo della disperazione, ma anche il più piccolo di questi potranno fare sempre di più del pessimismo della volontà.

Viviana Vivarelli