Un Maestro aveva un discepolo desideroso di apprendere il primo insegnamento dell’Iniziazione.

Il Maestro disse: ” Va in un cimitero e insulta i morti: dì loro che sono stupidi, cattivi, ecc.. e subito dopo vieni a dirmi che cosa ti hanno risposto”.

Il discepolo si recò al cimitero e insultò i morti, ma quelli rimasero muti. Fece dunque ritorno dal suo Maestro e gli disse che i morti non avevano risposto.

“Può darsi – gli disse il Maestro – che tu non ti sia fatto sentire… Ritorna lì, ma questa volta dì loro tutto il contrario: lodali, fai loro i complimenti!”

Il discepolo ritornò quindi al cimitero, eppure, anche dinnanzi ai più grandi elogi, i morti rimasero muti.

“Non mi hanno ancora risposto nulla”, disse il discepolo una volta rientrato.

“Benissimo – rispose il Maestro – adesso hai capito il primo insegnamento dell’Iniziazione: quando vieni insultato, taci e quando vieni adulato, taci ugualmente.

Sii come i morti. Rimani sordo e muto”.

Si tratta di un grande Insegnamento.

(Omraam Mikhael Aivanhov – La seconda nascita)