Meditare.info

Lo Yoga nell’induismo

Nell’induismo lo Yoga è una disciplina sia fisica che psicologica che spirituale. La parola yoga significa unione, ed è generalmente interpretata come l’unione con Dio,con l’assoluto, l’integrazione tra corpo, spirito e anima, ma il significato letterale è “unione tramite soggiogamento”, in quanto la radice sanscrita yug indica il “soggiogare”, per cui viene anche interpretato come l’unione dovuta allo spirito che soggioga la materia, ovvero il corpo, la manifestazione materiale.

Scopo dello yoga è il Moksa, la liberazione dal (samsara), la ruota eterna delle rinascite, e quindi dalla reincarnazione stessa, come conseguenza dell’annullamento del (karma) accumulato in vita. La liberazione, a sua volta, è conseguenza diretta del raggiungimento del samadhi assoluto (senza seme, senza oggetto), ovvero l’ultimo passo di tutto il cammino dello yoga.

Lo yoga cerca di raggiungere la liberazione attraverso il distacco dello spirito (purusa) dalla natura materiale (prakrti), ovvero attraverso la liberazione dello spirito dall’inganno di identificarsi con la manifestazione materiale, considerata la causa prima di tutte le sofferenze umane è infatti proprio l’ignoranza, da leggersi come ignoranza ontologica, chiamata (avidya).

Gli strumenti messi a disposizione, secondo la codifica di (Patanjali) contenuta nello (Yoga Sutra), il più antico trattato scritto di yoga, sono la meditazione, gli esercizi fisici e respiratori e spirituali. In tutto vengono elencati otto passi della disciplina, che pende il nome di (astanga yoga), (yoga in otto parti): (yama) e (niyama), le pratiche etiche (asana), le posture fisiche (pranayama), la scienza del respiro e dell’energia (prana), (pratyahara) ovvero il ritiro dei sensi, che compongono lo yoga cosiddetto esterno, e poi le tre membra dello yoga interno (antar yoga), ovvero (dharana) il mantenimento della concentrazione, (dhyana) la meditazione, e il (samadhi), la beatitudine (ananda) che può differenziarsi in ‘con seme’, ovvero in cui c’e’ ancora una traccia di manifestazione materiale nella coscienza, o ‘senza seme’, dove lo stato di beatitudine è assoluto, perché il tutto è oggetto stesso e insieme soggetto del momento meditativo.

Libri sullo Yoga – Macrolibrarsi
Yoga su Amazon
http://www.meditare.it/wp/meditazione/yoga
http://it.wikipedia.org/wiki/Induismo