Siddhasana ovvero posizione perfetta, è una asana di Hatha Yoga della categoria delle “posizioni sedute”. Il termine deriva dal sanscrito “siddha” che significa “perfezione” e “asana” che significa “posizione”. La posizione ha lo scopo di realizzare una postura comoda per la meditazione.

La posizione è realizzata incrociando le gambe, ponendo le ginocchia e gli stinchi a contatto con il terreno. I piedi sono sovrapposti davanti al perineo, la schiena è eretta e la testa in linea con essa. Le braccia sono allungate, le spalle sono rilassate e le mani sono appoggiate sulle ginocchia.

Esistono diverse varianti a Siddhasana, tra le quali :

– Bhadrasana o posizione del trono prevede le gambe piegate con le piante dei piedi giunte e le mani appoggiate sulle dita dei piedi in modo da formare una morsa che tiene i piedi uniti.

– Guptasana o posizione del nascondimento prevede l’incrocio delle gambe con i talloni sovrapposti e le piante dei piedi girate verso l’alto, come a nascondere i genitali.

– Muktasana o posizione della libertà prevede l’incrocio delle gambe con i talloni sovrapposti.

– Padmasana o posizione del loto prevede l’incrocio delle gambe con i piedi posizionati sopra le cosce.

Svastikasana o posizione della fortuna prevede l’incrocio delle gambe con i piedi posti dietro il ginocchio della gamba opposta

Sukhasana o posizione piacevole prevede l’incrocio delle gambe sotto il ginocchio opposto.

Fonte e foto